Spesso è notte, e l’east midlands mi riappare come una visione salvifica, onnisciente.

Quello che è stato lo porto nel cuore, e in queste mani fragili che hanno scattato in una brughiera aspra e allo stesso tempo romantica. Ricordo di esser partita con le sorelle Bronte rannicchiate nella reflex, ad ogni terra calpestata e ad ogni click riversato sui paesaggi erano pronte a fuori uscire dall’obiettivo concedendomi il filtro più bello che ci sia : quello dell’Inghilterra.

Ho camminato molto e incontrato persone semplici e allegre, ho bevuto il tè mentre fuori pioveva, e ho ammirato cartoline antiche, alberi secolari, leggende passate.